16 November 2006 · Source: Automazione Oggi · Download PDF

L’importanzadella collaborazione

 

by Valerio Alessandroni

 

Se ben gestita, la collaborazione fra più aziende su progetti co-muni può portare vantaggi concreti. Lo si è visto ancora unavolta in occasione del simposio annuale di Itea2, il programmaeuropeo di eccellenza nella ricerca per sistemi e servizi com-petitivi a elevato contenuto di software.

 

A Parigi, le aziende che hanno aderito al programma Itea han-no presentato come sempre numerosi progetti (scarsa la pre-senza italiana) in ambiti che spaziano dal settore automotive, all’elettronica diconsumo, alle comunicazioni. Particolare enfasi è stata posta su tre progettispecifici, che sono stati scelti per l’attribuzione di un riconoscimento ufficiale. Ilprimo è Sirena, focalizzato sulla migrazione di servizi web da micro a macro si-stemi. Mobilizing the Internet si propone invece di rendere fruibili Internet e isuoi servizi agli utenti che si spostano. Infine Magellan propone un’architetturabasata su IP per la fornitura di servizi multimediali end-to-end. Caratteristicacomune, dicevamo, è la partecipazione, su ciascun progetto, di aziende nor-malmente concorrenti. Perché, se si tratta di dare competitività all’industria eu-ropea su specifiche tecnologie, la concorrenza può essere messa da parte perun momento. E un altro aiuto concreto al successo della ricerca è rappresen-tato sicuramente dai ‘cluster’, che in qualche modo sono assimilabili ai nostri‘distretti’. In Francia, lo sappiamo, vi sono diversi cluster che da anni raggiun-gono importanti risultati concreti: il cluster di Sophia-Antipolis nel sud delPaese, per esempio, oggi molto attivo nel campo delle nanotecnologie.Oppure il più recente cluster di competitività denominato Systematic, localiz-zato nella regione parigina. Il cluster in questione raccoglie oltre 200 partner in-dustriali, accademici e istituzionali, che collaborano su progetti R&D riferiti amercati come telecomunicazioni, sicurezza/difesa, automotive/trasporti e pro-gettazione/sviluppo di sistemi. Il tutto condito da finanziamenti piuttosto gene-rosi da parte del governo francese e delle autorità locali. Una parte importantedell’evento Itea2 è stata la presentazione di risultati concreti di queste attività diricerca, soprattutto nel campo dei sistemi embedded, nati da circa 40 proget-ti. In conclusione, come ha spiegato R. Haggenmüller, Presidente del BoardItea2, investire in innovazione significa creare nuova occupazione.

Related projects

Mobilizing the Internet

Mobilizing the Internet

ITEA Call 5

Establishing a new business approach to wireless and mobility, with light-weight operators utilizing

Magellan

Magellan

ITEA Call 6

Multimedia Application Gateways for Enterprise Level LANs